clan-web-4_

L’associazione Culturale Clan degli Attori nasce a Messina nel luglio del 2012 da un’idea degli attori e registi Mauro Failla e Giovanni Maria Currò.
Principali finalità dell’associazione sono:

  • Realizzazione e produzione di spettacoli teatrali
  • Realizzazione e produzione di video, film e cortometraggi
  • Organizzazione di attività didattiche relative al teatro ed al cinema
  • Messa in scena di spettacoli teatrali
  • Laboratori di recitazione
  • Workshop di recitazione, cinema e teatro

Mauro Failla

 

Credo sempre che tutto abbia inizio dalle intenzioni, aver chiaro cosa ci si accinge a fare, per poi lasciare che la condizione dell’animo guidi liberamente il lavoro da svolgere.
Le emozioni, in quanto non ‘confezionabili’ in uno stato finito per così dire, muteranno in qualità ed intensità in relazione al momento vissuto: compito dell’attore sarà quello di mantenerle sempre nella direzione che si sta esplorando.
Credo, inoltre, che il lavoro stia nella sperimentazione del modo di avvicinarsi sempre più al personaggio, o alla situazione data, fino al raggiungimento della completa identificazione. La responsabilità, in questo modo di vedere il lavoro di ricerca, è tutta rivolta alla capacità di essere ciò cui si tende: solo in questo modo lo spettatore potrà vederlo attraverso l’attore.
MAURO FAILLA

Giovanni Maria Currò

 

Non è pensabile che, al giorno d’oggi, la recitazione abbia come unico obiettivo lo svago di chi fruisce di uno spettacolo. In passato, il teatro era strutturato in modo tale da avere un pubblico passivo, degli attori che, a distanza, si attenevano ad un copione (più o meno rigido) con un regista a  coordinare il tutto. Oggi più che mai, ritengo che registi, attori, spettatori e persino i tecnici e le maestranze tutte, sentano l’esigenza di fondersi gli uni con gli altri in un insieme di emozioni che trascini tutti in egual misura. Perché si crei quest’alchimia, che coinvolga pienamente i sensi di chi si ritrova all’interno di uno spazio in cui ha luogo una rappresentazione, è necessario quindi riuscire ad innescare un percorso emotivo condiviso, pieno, intenso, a volte anche “scomodo”, che riesca a coinvolgere tutti completamente. Una semplice storia, se pur bellissima, non può bastare.
GIOVANNI MARIA CURRO’

Statuto Clan degli Attori  Statuto Clan degli Attori